logo AIKIKAI IMPERIA trasparente.png
  • ------
    ------
Un breve ricordo per un grande Maestro - Hosokawa Hideki
Imperia, 13 settembre 2022
Scuola Aikikai Imperia APS
Era il 1974, per la prima volta vidi il M. Hosokawa Hideki appena giunto in Italia al raduno estivo di Padenghe sul Garda.
Non ci volle molto per capire quanto fossero radicati in lui quei principi e valori che rappresentano l'essenza dell'Aikido, le sue radici culturali e il suo significato più profondo.
Il nostro Maestro Carlo Raineri, in particolare, ne è stato uno dei più fedeli discepoli e, grazie allo stretto rapporto di reciproca stima che si instauró tra loro, il dojo Aikikai Imperia ha potuto usufruire di una didattica raffinata e profonda che ancor oggi ci guida.
Il Maestro Hosokawa era tanto severo nella pratica quanto delicato e gioviale nei rapporti personali. Come dicevo, grazie al rapporto che stabilì col Maestro Raineri, spesso ricevevamo una sua visita con relativa lezione sul tatami e, perché no, una bella spaghettata con un buon bicchiere di vino! Erano veri e propri simposi e occasioni di apprendimento tanto quanto sul tatami.
Il Maestro Hosokawa ci fece conoscere il kata delle 4 stagioni "Hojo", della Jikishinkageryu, che ancora oggi pratichiamo nel nostro dojo sotto la guida del Maestro Raineri, e dei 12 kata di base di Jodo della shindomusoryu.
Il suo insegnamento si ispirava molto a quei kata risalenti l'uno al tardo 1400 e l'altro al 1600, attraverso i quali traduceva le tecniche "divine" di O'Sensei Ueshiba Morihei.
Il mio ricordo più significativo, però, risale al 1978 all'esame per il 2° dan che sostenni con lui. Fui bocciato con gli altri 5 esaminandi e le parole che ci rivolse in un italiano ancora stentato furono "In suwariwaza c'è niente". Cominciai a riflettere sul senso dell'Aikido.

Grazie Maestro sarai sempre con noi sul tatami e per un buon bicchiere di vino. Kanpai.

Sergio Nappelli
    • ---------
      ---------
    Inizio Corso Adulti e Bambini
    Imperia, 6 settembre 2022
    Scuola Aikikai Imperia APS
    Care socie e cari soci, anche quest'anno si aprono ufficialmente i corsi Adulti e Bambini.
    Dopo le mille difficoltà di pratica dovute alle disposizioni anti Covid-19 iniziamo un nuovo anno di pratica con un senso di quasi normalità fermo restando il coscienzioso mantenimento di alcune avvertenze igieniche (gel disinfettante a disposizione all'entrata).

    Il Corso Adulti riprenderà martedì 6 settembre mentre il Corso Ragazzi lunedì 19 settembre.

    Corso Adulti: martedì e giovedì dalle 19:30 alle 21:00 (da ottobre nuove lezioni)
    Corso Bambini: lunedì e mercoledì dalle 18:00 alle 19:00

    (SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI SU EVENTUALI DISPOSIZIONI PER LA PRATICA)
      • -------
        -------
      Il M° TADA al 59° All Japan Aikido Demonstration
      Tokyo, 28 maggio 2022
      Aikikai Foundation
      Che dire? Le parole sono superflue... buona visione.
      Dimostrazione M° Tada 59° AJAD
        • <i>Tada Hiroshi Shihan, Direttore Didattico dell'Aikikai d'Italia</i><br><br>
          Tada Hiroshi Shihan, Direttore Didattico dell'Aikikai d'Italia

        Intervista a Tada Hiroshi: Una Vita Trascorsa a Coltivare il Ki
        Tokyo, maggio 2022
        fonte: post pubblicato su pagina Facebook Aikikai d'Italia
        “TADA: Tremila anni fa Chuang Tze ha detto: “Il vero essere umano usa la mente come uno specchio”. Non c’è dubbio che questo sia il problema più importante dell’umanità nei suoi 3000 anni di storia.

        ERARD: Come si trasforma l’uno nell’altra?

        TADA: L’attaccamento significa che la mente è attaccata alle cose che percepisce e si ferma. Concentrazione significa riflettere semplicemente le cose come uno specchio, ecco perché si rimane liberi. Quando ci si ammala, ad esempio, per guarire se si rimane attaccati la mente si stancherà e raggiungerà uno stato di sofferenza. Quello è il problema, questa è l’origine di tutti i problemi. Ogni volta che accade qualcosa di grande nel mondo, la ragione di solito è (attaccamento di qualche tipo). Dalle più grandi guerre e ribellioni al problema più personale e più piccolo, è la radice di tutto. Quando ci pensi, è molto importante. Ma è un problema molto difficile, non qualcosa che può essere insegnato. Anche se capisci la logica, non significa che puoi raggiungere uno stato mentale trasparente.”

        Intervista integrale su:
        (traduzione italiana) https://simonechierchini.com/2022/05/04/intervista-a-tada-hiroshi-una-vita-trascorsa-a-coltivare-il-ki/

        (intervista originale) https://guillaumeerard.com/aikido/interviews/interview-with-tada-hiroshi-shihan/
          • <i>Particolari del maxi mosaico e il prof. Lorenzo Rossi</i><br><br>
            Particolari del maxi mosaico e il prof. Lorenzo Rossi

          Arte, amicizia e territorio
          Caprauna (CN), 16 gennaio 2022
          Scuola Aikikai Imperia APS
          In estate c'è chi va in montagna per passare le ferie (il sottoscritto) e chi va in montagna per realizzare un maxi mosaico insieme ai suoi amici.

          Memore delle estati passate in villeggiatura da ragazzo, il nostro amico aikidoista Lorenzo Rossi del Dojo Nuovo Centro Studi Aikido, artista e professore al Liceo artistico di Imperia insieme a Sergio Giusto, artista surrealista, Mario Calcagno (per tutti Pinolo Tallone) artigiano, Alessandro Spampinato, geometra e artigiano, e Beppe Ruaro, Sindaco di Caprauna, armati di piastrelle (30 diversi colori), adesivo e tanta pazienza, inizia a disegnare, spezzettare ed incollare tasselli su tasselli per ricoprire una superficie di 80 metri quadrati!

          Lo scopo: abbellire, o meglio, eliminare una bruttura.

          Il paese di Caprauna, colpito nell'abitato da un dissesto idro-geologico che rese indispensabile l'erezione di un muro di contenimento terra in cemento armato, (opera degna ed importante per la messa in sicurezza), cercò di porre rimedio all'inguardabile inestetismo paesaggistico.

          Problema: mancanza di fondi.

          Soluzione: Caprauna presenta il progetto degli amici volontari sopra citati e si aggiudica il contributo del Bando Distruzione della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, che finanzia l’eliminazione o la riqualificazione di «brutture» edilizie che deturpano il territorio.

          Tema: un mosaico che racconta per immagini la vita di Caprauna e della Val Pennavaire attraverso i costumi e le attività tradizionali del territorio (dal cestaio alla contadina, dal boscaiolo all'alpino... all'immancabile Ape Piaggio).

          L'impresa, iniziata la scorsa estate, sta proseguendo avanti in laboratorio per cercare di ultimarla a metà estate di quest'anno.

          Personalmente ho visto l'opera a un terzo della stesura... ed era già spettacolare!

          In attesa dell'inaugurazione non resta che augurare un BUON LAVORO grande come la loro opera.
            • -
              -
            Aikido: Quaderno di Dojo
            di Alessandro Drovandi
            Invito alla lettura
            Durante una riunione di Consiglio prima dell’inizio del passato anno accademico (2015/2016), sarà stato il prosecco fresco fresco che scendeva come nettare, sarà stata la voglia di ultimare il sito con uno strumento dinamico ed allo stesso tempo mirato alla nostra crescita cultural-aikidoistica, prendeva corpo l’idea di realizzare uno spazio virtuale chiamato “Bibliocineteca”.

            Veniva così deciso di segnalare in esso, a cadenza mensile, i temi che mano a mano il Maestro Carlo (Raineri) avrebbe proposto durante le lezioni. Spunti teorici, riflessioni, parallelismi che stanno da sempre alla base delle lezioni settimanali. Un pretesto per pensare, per “staccarci” ed ampliare le nostre conoscenze artistiche, ma allo stesso modo per avvicinarci con leggerezza al pianeta “Giappone”.
            Bene. Deciso. Approvato.

            E perché non suggerire anche la lettura di un libro e la visione di un film?
            Bene. Deciso. Approvato.

            Poi si sa… ognuno ha i propri ritmi, tempi, vita… così mi è saltato in mente di provare a scrivere un libro che sviluppasse i temi complessi in modo semplice (non semplicistico), senza “paroloni”, con qualche illustrazione a supporto dei concetti espressi e con la presentazione dei libri e dei film anch’essi evidenziati mese per mese.
            Bene. Deciso. Approvato (solo da me).

            Pian piano scoprivo che stava nascendo una finestra su mondi apparentemente distanti dove il futuro (e fortunatissimo) lettore avrebbe scorto l'esistenza di innumerevoli ed inaspettati ponti tra Oriente ed Occidente e, più specificatamente, tra Aikido ed Occidente.
            In definitiva… roba da matti…

            E’ un testo di riflessione, non di insegnamento. E’ un testo nato all’interno dell’esperienza e della pratica del Dojo. Il libro vuole essere un’appendice a corredo delle lezioni del Maestro Carlo, un promemoria, uno strumento teorico (si spera) a completamento della pratica sul tatami.

            Quasi inutile, ma meglio essere precisi… il libro, sebbene balzerà immediatamente al primo posto nelle classifiche di vendita divenendo un best seller (e pietra miliare dell’Aikido), non ha alcun fine di lucro ed è espressamente un’iniziativa di carattere personale.
            Acquistabile su www.lulu.com il costo del libro va a coprire le spese di realizzazione e di commissione ed il simbolico margine restante (circa 5 ricchieuri) verrà versato dal sottoscritto alla Scuola Aikikai Imperia APS per il perseguimento dei fini associativi.

            Non resta che augurare buona lettura e buona pratica. 
              Scuola Aikikai Imperia A.P.S.
              via Mazzini, 53 - 18100 - Imperia - C.F.91006040082
              - privacy
              Proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito.
              Per maggiori info